Giulio Bertagna

 

Perception designer

Designer

Architecte d'intérieur (OPQAI-CFAI)

 

Data di nascita: un 14 gennaio degli anni 50

Luogo di nascita: Pontremoli (Ms) Lunigiana

Città di residenza dai sei mesi di vita in poi: Genova

Città attuale di residenza: Lorsica (Ge)

 

 

Esperienza lavorativa

 

Dal 1973, si dedica prevalentemente all’interior design, collaborando con diversi showroom di arredamento e con proprio studio di architettura di interni a partire dal 1975.

Partecipa attivamente alla vita associativa dell’AIPi, Associazione Italiana Progettisti in Architettura d’Interni di Milano, della quale è Vicepresidente dal 1982 al 1984 e che rappresenta ai congressi internazionali di architettura d’interni di Madrid nell’82 e di Amburgo nell’83. Fa parte del Comitato Esecutivo dell’AIPi per otto anni.

Dopo diverse esperienze anche nell’ambito del product e del graphic design, nelle quali sentiva particolarmente importante l’utilizzo consapevole del colore, si dedica dal 1984 a questa tematica come studioso, ricercatore e consulente. Approfondisce la ricerca relativa ai criteri progettuali del Colore sul percetto artificiale sulla base delle interazioni dell’elettromagnetismo luminoso con il sistema neuropsicofisiologico.

 

Introduce e sviluppa la “Cromatologia Applicata” quale nuova metodologia per il progetto di Colore e Percezione, iniziando, dal 1993, a divulgare un innovativo approccio scientifico per il progetto colore, aggiornando la cultura classica di indagine percettivo-artistico-filosofica, con approfondimenti di Fisica, Neurofisiologia, Psicoendocrinologia, Psicofisica della visione e Psicofisiologia.

Effettua numerose esperienze per la verifica delle induzioni del colore sugli atteggiamenti psicofisiologici dell’essere umano e si rapporta, a conforto dei suoi studi e per il consolidamento degli stessi, con diverse personalità autorevoli nel campo della Fisica Ottica e Psicofisica, della Neurofisiopatologia e per la ricerca scientifica su Percezione e Colore.

 

Nel 1992 redige, per le Ferrovie dello Stato, il progetto colore, poi realizzato, per il viadotto ferroviario di Recco (Ge), primo caso a livello europeo. Nel 1993 affronta la tematica dell’impatto visivo ambientale con un primo Piano di Riqualificazione Cromatico-percettiva della raffineria Iplom di Busalla al quale seguirà, nel 2000, il Piano Generale di Riqualificazione percettivo-cromatica, ponendo le basi per nuove attenzioni e soluzioni sostenibili per l’impatto ambientale degli insediamenti industriali.

 

Nel 1995 viene incaricato dalla Fiat Auto per una ricerca relativa al colore nell’habitat delle vetture per ottimizzarne il comfort psicofisiologico e per l’individuazione dei relativi processi progettuali ripetibili; collabora in seguito sui progetti colore della Nuova Punto e della Multipla. Sviluppa, nella sua ricerca, il tema della percettibilità biologica e introduce nella didattica e nel mondo del progetto, nuovi concetti guida per il progetto percettivo-cromatico, dove il fenomeno cerebrale del colore è strettamente connesso con nuovi scenari inerenti la percezione come atto cognitivo.

 

Nel 1997 progetta “ColorShow”, un sistema articolato di intrattenimento didattico sul colore che presenta al Saiedue’97 di Bologna e al Farbe 2000 di Colonia, insieme con Aldo Bottoli con il quale, nel frattempo, ha fondato lo Studio Associato B&B Colordesign (Giulio Bertagna, Aldo Bottoli & Partners) con sede in Biassono (MB).

 

Lo studio associato crea poli culturali di eccellenza per la ricerca applicata e il progetto percettivo-cromatico rinominato "Perception Design", sul modello dell’Osservatorio Colore Liguria di Mignanego (Genova), ideato e realizzato nel 2003 e tuttora attivo come Centro Studi con la nuova denominazione di Osservatorio Colore Paesaggio.

Il secondo Centro Studi viene inaugurato a Lissone nel Novembre del 2009 e si occupa di perception design negli interni ad uso collettivo come ospedali, case di cura e di riposo, scuole, comunità in genere, uffici pubblici. www.osservatoriocolore.it - La sede operativa dei due centri studi è a Lissone, presso l'Osservatorio Colore Interni, in via Della Pinacoteca, con la direzione scientifica di Giulio Bertagna e Aldo Bottoli.

 

Nel 2005, B&B Colordesign, in occasione della Legge Regionale n.°26 Regione Liguria "Città a colori", stimola nel legislatore una nuova sensibilità per la riqualificazione percettiva, a mezzo di specifici progetti colore (modelli percettivi), dei manufatti tecnologici inurbati e degli edifici di "edilizia moderna diffusa" che caratterizzano le aree periferiche delle città. La proposta verrà inserita nella Legge Regionalen.°26. Nella stessa occasione, con la partecipazione dell'Osservatorio Colore Liguria negli ambiti di Genova-Bolzaneto, Genova-Cornigliano, Campomorone e Mignanego-Giovi, le modalità di lavoro dell'Osservatorio Colore, dirette da B&B Colordesign, diventano il punto di riferimento dell'Ufficio Tecnico Regionale relativamente al color matching.

 

Nel 2010 viene avviato il progetto del Piano di Riqualificazione Percettiva (PRP) per il Comune di Monza, un innovativo aggiornamento degli obsoleti "piani del colore", un nuovo strumento urbanistico che oltre a fornire l'Ufficio Tecnico Comunale di competenze e strumenti idonei a gestire le discipline del colore in tutto l'edificato residenziale del territorio comunale, le estende, attraverso idonei "modelli percettivi" all'edilizia moderna diffusa, in coerenza con l'identità cromatica della Città.

I modelli percettivi sono inedite modalità di allogazione dei colori sui prospetti di un edificio di edilizia moderna diffusa (quelli costruiti nel secondo dopoguerra e di scarso valore architettonico) in base alla loro appartenenza a specifiche "tipologie d'impatto percettivo". Non si tratta dunque di "decorazioni", né di "neodecorativismo", ma di soluzioni percettive elaborate da specifici specialisti (perception designers) con formazione post-laurea curata da Giulio Bertagna e da Aldo Bottoli, grazie alla loro conoscenza delle modalità di lettura delle superfici da parte del cervello dell'osservatore (vds Neuroscienze) e di una metodologia di progetto innovativa maturata  in due anni di workshop intensivo effettuato presso l'Osservatorio Colore.

 

 

Docenze

 

Già docente di Percezione e Colore presso la Scuola Politecnica di Design (SPD Milano) e l’Istituto Superiore di Architettura e Design (ISAD Milano), dopo diverse lezioni come visiting professor, è professore incaricato di Percezione e Colore presso la Facoltà del Design, Dipartimento Indaco del Politecnico di Milano per gli A.A. 2002-2003, 2003-2004, 2004-2005, 2005-2006, 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009.

 

È stato relatore per due tesi di laurea specialistica in Design degli interni aventi come tema il progetto percettivo-cromatico nell'ambito delle scuole materne e delle navi traghetto a lunga percorrenza.

 

 

Lezioni, conferenze, articoli, saggi

 

Scrive articoli sul Colore su periodici del settore architettura e design, partecipa a congressi come relatore; ha tenuto lezioni presso l’Accademia Jana Matejki di Cracovia e l’Istituto di Disegno Industriale Wzornictwa Przemyslowego di Varsavia, effettua corsi di formazione organizzati da PoliDesign, Consorzio Universitario del Politecnico di Milano, partecipa come consulente di Percezione e Colore a progetti di Ricerca Applicata con il Laboratorio Colore del Politecnico di Milano.

Relatore al congresso internazionale del maggio 2008 "L'ospedale del III millennio" ad Alba (Cn), introduce il nuovo concetto progettuale del perception design nei luoghi terapeutici.

 

Studioso e ricercatore è impegnato, con il collega Aldo Bottoli, nella divulgazione di una nuova cultura del Progetto Colore dedicata alla collettività del Design e dell’Architettura con particolare attenzione verso l’utenza debole. La ricerca scientifica, metodologica e procedurale sul progetto ambientale di Percezione e Colore è l’ambito di maggiore interesse e competenza. 

 

Nel Dicembre del 2009 viene pubblicato il suo primo saggio: "Perception Design" di Giulio Bertagna e Aldo Bottoli, edito da Maggioli Editore, destinato soprattutto al pubblico universitario e professionale.

Nel Giugno 2013 esce Giulio Bertagna, Aldo Bottoli, "Scienza del colore per il design", Maggioli Editore.

Sono in programma altri due saggi per la Collana "Colore & progetto" di Maggioli Editore.

 

Istruzione e formazione:  

  

La sua formazione è articolata tra umanistica e tecnica, prosegue poi con l’iscrizione alla Facoltà di Architettura di Milano presto abbandonata per meglio svilupparsi in Francia, per seguire la passione per l'architettura degli interni, a quel tempo non prevista nei piani di studi universitari italiani. Raggiunto il livello culturale e la raccolta documentale formativa prevista dalla Direzione dell’Architettura e del Patrimonio del Ministero della Cultura Francese, nel 1984 sostiene l’esame di stato a Parigi presso l’Office Professionnel de Qualification des Architectes d’Intérieur (OPQAI), conseguendo il titolo di Architecte d'intérieur e l’abilitazione all’esercizio della professione in ambito U.E.

È iscritto al Conseil Français des Architectes d’Intérieur (CFAI) con matricola (riconnaissance de competence) n.° 254; questa abilitazione all’esercizio professionale di “architetto d’interni”, validato dal Consolato Generale d’Italia di Parigi, viene accettato e riconosciuto dall’Ordine degli Architetti di Genova e, di conseguenza, da quello Nazionale.

Dal 1984 si dedica alla ricerca sul tema del progetto di Percezione e Colore, trovando l’incoraggiamento e la guida di eminenti personalità del mondo scientifico e accademico internazionale. 30 anni di studi ed esperienze sul tema del colore e del progetto percettivo-cromatico con un approccio scientifico riconosciuto dal mondo scientifico, professionale, industriale e accademico a livello europeo. 

 

 

Principali materie / competenze professionali:

 

Rappresentazione grafica e pittorica, rappresentazione architettonica, architettura di interni, Colore come cultura umanistica e scientifica relativamente a Fisica, Neurofisiologia, Psicoendocrinologia, Psicofisiologia e Psicofisica della visione. Progetto Colore relativo a riqualificazione percettivo-cromatica di edilizia del primo e secondo dopoguerra, manufatti in c.a. viari e di servizi tecnologici, grandi edifici commerciali e impianti industriali. Progetto di Percezione e Colore per l’umanizzazione percettiva all’interno della scuola, dell’ospedale e dei luoghi di attività collettiva.

Consulenza per l'identificazione dei colori di cartella e loro organizzazione campionaria per grandi aziende di produzione. Consulenza colore e percezione per l'automotive e il design in genere.

 

E' stato direttore dell'Osservatorio Colore Liguria, Giulio Bertagna e direttore scientifico e di progetto dell'Osservatorio Colore Interni di Lissone insieme con Aldo Bottoli (direttore ricerca e formazione). Le esperienze di formazione, di ricerca e di progetto degli Osservatori del Colore è ora terminata e ha dato grandi e preziosi frutti.

L'attività prosegue con lo Studio Associato B&B Colordesign - Giulio Bertagna, Aldo Bottoli & Partners. www.bebcolordesign.it

 

 

Principali referenze:

 

Aziende:

Fiat Auto | Ferrovie dello Stato | Akzo Nobel | MaxMeyer - Duco | Mondo | Genova Acque | Erg | Iplom | Consorzio Vera Pelle Italiana Conciata al Vegetale | Ospedale San Bortolo di Vicenza| Ospedale San Martino di Genova | Comex Group Mexixo | Nuovo Ospedale di Alba-Bra di Verduno (Cn)...

 

Enti Locali:

Comune di Genova | Comune di Milano | Comune di Vasto | Comune di Chiavari | Comune di Rapallo | Comune di Rozzano | Comune di Amalfi | Comune di Gattinara | Comune di Tremezzo Comune di Cucciago | Comune di Menaggio | Comune di Pieve Ligure | Comune di Ne | Comune di Monza | Comune di Lissone...

 

Provincia di Vercelli | Provincia di Monza e Brianza...

 

 

Iscrizioni professionali:

 

CFAI, Conseil Français des Architectes d’Intérieur, Paris. matr.254

Membro del Centro Interdipartimentale Colore e Arte, Dip. di Psicologia Generale, Padova.

BEF/IACC, European Association of Colour Designers, Geneva.

 

 


Contatti

Giulio Bertagna


www.bebcolordesign.it


348.4447244


 

Professional experience:

 

From 1973, devoted myself mainly to interior design, working with several furniture showrooms. I opened my own business of interior design in 1975.

I participated actively in the AIPi membership, Italian Association of Interior Architecture in Milan, of which I was Vice President from 1982 to 1984. I was the AIPi representative at international conferences of interior architecture in Madrid (1982) and Hamburg (1983). I was a member of the AIPi Executive Committee for eight years.

After several experiences within the product and graphic design, which was particularly important in the conscious use of color, I devoted myself since 1984 to this issue as a researcher and consultant. I did research on the criteria necessary for the use of color in different projects. This criteria based on electromagnetic interactions of light with the neuro-psycho-physiologic system.

I introduced and developed the "applied chromatology" as a new method for the design of color and perception, complementing the classical culture of artistic and philosophical investigation with emphasis on physics, neurophysiology, psychophysics of vision and psychophysiology.

I performed many experiments to test color inductions on physiological reactions of human beings. To compliment and consolidate my studies, I’am recognoised by several authoritative figures in the field of optical physics, psychophysics, neurophysiology and of the scientific research on perception and color.

 

In 1992 I prepared for Italian Railways, the color project, then realized, for the railway viaduct in Recco (Ge), the first case in Europe. In 1993, I addressed the theme of the visual environment with the first "Perceptive redevelopment plan" for Iplom refinery in Busalla (Genoa) which was to be followed, in 2000, by the "General plan of perception redevelopment", laying the groundwork for new attention and sustainable solutions for the environmental impact of industrial development.

In 1995 I was commissioned by The Fiat Auto group for research on the color of the car habitat, to optimize driver comfort and psychophysiological conditions.

I collaborated on the color project of the new Punto and of the Multipla. During my research, I developed the theme of "biological perceptibility" and introduced new concepts to guide the perception project, where the brain phenomenon of color is closely related.

 

In 1997 I organised "ColorShow", a system of educational entertainment on color (Saiedue'97 in Bologna and Farbe 2000 in Cologne) together with Aldo Bottoli with which, in the meantime, we founded B&B Color Design ( Giulio Bertagna, Aldo Bottoli & Partners), located in Biassono (MB) near Milan.

B&B Color Design involved creating cultural centers of excellence for applied research on chromatic and perceptive projects, renamed "Perception Design".

In 2003, we founded Osservatorio Colore Paesaggio in Genoa, still active as an Itinerant Research Center that collaborates with various faculties of architecture and design.

The second research center was inaugurated in Lissone in November 2009 and deals with perception in the interior design for collective use such as hospitals, nursing homes, schools, communities in general, public offices. Osservatorio Colore Paesaggio is administered by the Fondazione Colore Liguria, our Osservatorio Colore Interni (interior color design) in Lissone, is administered by the Fondazione Colore Brianza (www.osservatoriocolore.it)

 

Teaching

 

Former professor of Perception and Color at the Scuola Politecnica di Design (SPD Milan) and at the Institute of Architecture and Design (ISAD Milan) and after many lectures as visiting professor, since the academic year 2002/03 I was Lecturer in Perception and Colour at the Politecnico di Milano, Faculty of Design where I taught for six years.

 

Lectures, conferences, articles, essays

 

I write articles about color on architecture and design trade journals; have lectured at the Academy of Krakow Jana Matejki Wzornictwa and Przemyslowego Institute of Industrial Design in Warsaw. Perform training courses organized by Polidesign, University Consortium Politecnico di Milano. Speaker at International Congress in May 2008 "The hospital of the third millennium" in Alba (Cuneo), introducing the new design concept of "perception design" in therapeutic areas.

 

As a researcher I am engaged, with my colleague Aldo Bottoli, in the disclosure of a new culture of Color Project dedicated to designers and architects. Scientific, methodological and procedural research on the environmental perception design is the area of my interest and expertise.

 

In December 2009 I published my first essay: "Perception Design" with Aldo Bottoli, edited by Maggioli Publisher, targeted primarily at professional and academic education.

 

Education and training:

 

My early training was divided between humanities and technology, followed by the Faculty of Architecture in Milan and then I went on to study in France under the expert training of an interior architect; after the necessary studies and after reaching the level of education and training, in 1984 I passed the state examination at the Office Professionnel de Qualification des Architectes d'Intérieur in Paris, earning the title of architecte d'interieur (Directorate of Architecture and Heritage of the French Ministry of Culture).

I’am a member of the Conseil Français des Architectes d’Intérieur (CFAI).

Since 1984 I dedicated myself to the research on the perception design, finding encouragement and guidance of eminent personalities from academia. To date I have built approximately 27 years of research and experience on the topic of color and perception design with a scientific approach approved by academics, professionals,and many industries in Europe. I have been supervisor for two thesis degrees in interior design for the color-perception project of a kindergarten and long-distance ferries.

 

 

Principal subjects / occupational skills covered:

 

Graphic and pictorial representation of architecture, interior design, color as a scientific subject related to physics, neurophysiology, psychophysiology and psychophysics of vision. Color projects concerning redevelopment plans of first and second world war buildings, road infrastructure and technological services, large commercial buildings and industrial plants. Perception design projects for the humanization of schools, hospitals and places of collective activity.

 

Advice for identifying colors and folder organization samples for large manufacturing companies. Color perception and consulting for the automotive and design in general.

 

 

Main references:

 

Companies:

Fiat Auto | Ferrovie dello Stato | Akzo Nobel | MaxMeyer - Duco | Mondo | Genova Acque | Erg | Iplom | Consorzio Vera Pelle Italiana Conciata al Vegetale | Ospedale San Bortolo di Vicenza| Ospedale San Martino di Genova | Comex Group Mexixo | Nuovo Ospedale di Alba-Bra di Verduno (Cn)...

 

Municipalities and Province:

Municipality of Genoa | Municipality of Milan | Municipality of Vasto | Municipality of Chiavari | Municipality of Rapallo | Municipality of Rozzano | Municipality of Amalfi | Municipality of Gattinara | Municipality of Tremezzo | Municipality of Cucciago | Municipality of Menaggio | Municipality of Pieve Ligure | Municipality of Ne | Municipality of Monza | Municipality of Lissone...

Province of Vercelli| Province of Monza e Brianza...

 

 

More information:

Professional subscriptions, tasks and roles

 

CFAI, Conseil Français des Architectes d’Intérieur, Paris.

Member of the Centro Interdipartimentale Colore e Arte, Dip. di Psicologia Generale, Padova.

BEF/IACC, European Association of Colour Designers, Geneva.

Professor of Perception and Color, Faculty of Design, Department of Politecnico di Milano Indigo.

Scientific Director and Project Monitoring of Color Observatory.